Giornate piovose, umide o moccicose… che fare coi bambini?

Arrivano, soprattutto nel periodo invernale, giornate cosiddette “uggiose”, fuori piove , i bambini hanno strascichi d’influenza, è umido ed è meglio non uscire.

Aiuto, panico, cosa faccio tutto il giorno a casa con uno o più dei miei amati, attivissimi, irrequieti, esuberanti e pestiferi co-inquilini?

Se sei single o vivi in coppia, che tu abbia uno o più figli, per te alcuni validi consigli adattabili in ogni occasione.

Primo: prendila con filosofia, cerca di trovare il senso recondito del fatto che “ niente avviene a caso” e quindi in qualche parte nell’universo fluttua la ragione per cui oggi piove.

Secondo: “non tutti i mali vengono per nuocere” e quindi, sii sicura che alla fine , scoprirai la bellezza di una giornata passata a casa.

Terzo: arrenditi, oggi dedica la giornata a divertirti e a creare, insieme ai tuoi piccoli, la vostra giornata di giochi e divertimento.

Inizia a fare bei respiri e lasciar andare ogni pensiero che ti assilla; oggi sei a disposizione del tuo bambino , anzi, meglio, sei a disposizione dei tuoi bambini quello “interiore” che non vede l’ora di emergere e divertirsi e tuo figlio che ti chiama ogni minuto perché ti vuole vicino.

Vediamo qualche passo per trasformare questo tipo di giornata :

Una buona prima colazione è ciò che ci vuole per iniziare: se avete in casa gli ingredienti , potreste velocemente preparare una sana schiacciata alla fiorentina che addolcirà senz’altro tutta la giornata. Il massimo sarebbe prepararla insieme a qualche piccolo aiutante che, curioso, vuole fare come te.

Preparare dolci, biscotti o pasta per la pizza piace molto ai bambini. Manipolazione e impastamento sono giocose attività piacevoli e rilassanti e anche utilissime per lo sviluppo della manualità fine della mano e delle dita …..bisogna solo avere tanta pazienza e rassegnarsi ad avere la cucina infarinata e impiastricciata.

Se ti lanci in questa esperienza fallo con dedizione e divertimento con tanta disponibilità e un gran sorriso. Questa attività bisogna viverla fino in fondo, per gli adulti l’obiettivo è ri-tornare bambini e divertirsi a fare, anche noi, qualche pasticcio.

Contattami

Not readable? Change text. captcha txt