Voglio partire dal pretesto che Cristina non è una persona speciale, ma una persona unica.

Sempre pronta ad aiutare il prossimo senza chiedere nulla in cambio, per il semplice motivo che lei ci mette passione in tutto quello che fa.

Conobbi Cristina l’estate scorsa in vacanza in Toscana con sua figlia Benedetta e sua nipote Thea. Da subito le nostre famiglie iniziarono a scambiarsi qualche parola per poi sconfinare in discorsi più intimi.

Cristina si dimostrò subito una persona molto solare e piacevole con cui dialogare, e dopo pochi giorni mia madre parlò a Cristina dei miei buoni risultati a scuola ma della mia pessima scrittura che alcune volte facevo fatica a leggerla io stesso.

Cristina mi fece vedere un semplicissimo esercizio per rendere più gradevole e leggibile la mia scrittura. All’inizio facevo un po’ di faticare a scrivere secondo il sistema di scrittura nuovo ma dopo averci preso la mano era una bellezza poter scrivere in modo fluido, veloce e leggibile.

Dopo di che quasi per gioco mi fece fare degli “test” io ero molto scettico e titubante riguardo a questo, ma finiti gli “esami” (senza neanche conoscere il mio carattere) mi disse quale fosse il mio carattere, il mio modo di fare i miei punti di forza e debolezza, ne fui stupefatto. Di seguito fece questi “test” anche con mia madre e mio padre.

E il risultato fu lo stesso e di conseguenza ci insegnò degli esercizi di brain gym, i quali servono per concentrazione ed il rilassamento della mente e del corpo

Raccontandolo così sembra che Cristina sia una veggente, ma in realtà lei si affida alle risposte del corpo di conseguenza a determinati stimoli e così facendo capisce quali sono le nostre caratteristiche.

Dopo le vacanze rimanemmo in contatto e verso metà ottobre ci incontrammo per un’ altra questione, per me molto spinosa: I TEMI.

Cristina venne a mangiare a casa nostra e dopo di che, mi fece altri “test” però questa volta concentrati sullo sviluppo degli argomenti dei temi per cui mi consegnò dei nuovi  esercizi di brain gym  ed il risultato fu una crescita esponenziale dei voti nei miei temi. A quel punto non sapevo come  ringraziarla, mi sembrava un miracolo in quanto mi sentivo più sicuro di me, ma non è finita qui perché Cristina mi aiutò anche una settimana prima degli esami per la  concentrazione sul mio obbiettivo: fare un bellissimo esame. Così fecimo una chiamata skype ed anche in questa occasione Cristina mi diede un mastodontico aiuto ed infatti feci un brillantissimo esame ed a oggi non so neanche come ringraziare Cristina, non credo neanche che basti un romanzo per ringraziarla.  S.

Contattami

Not readable? Change text. captcha txt